top of page
  • erredipi

MdS_Adsms_ErreDiPi: il 18/12 indiciamo una nuova giornata di protesta


23.11.23_MdS ADSMS ErreDiPi_Risoluzione approvata
.pdf
Download PDF • 109KB

I partecipanti e le participanti all’assemblea indetta da ErreDiPi, Movimento della Scuola e Associazione Docenti della Scuole Medie Superiori ritengono necessario continuare e approfondire la mobilitazione contro i tagli su salari e prestazioni sociali (sussidi per la cassa malattia, finanziamento degli istituti per disabili ecc.) e contro una politica del personale che tende a peggiorare le nostre condizioni di lavoro e la qualità del servizio pubblico offerto alle cittadine e ai cittadini, proprio in un momento in cui difficoltà economiche e disagio psico-sociale pesano sempre di più sul ceto medio e medio-basso.


L'importante manifestazione del 22 novembre ha dato seguito alla mobilitazione che, sul tema delle pensioni, da circa un anno vede protagonista il personale pubblico e parapubblico.


Ma una giornata non basta: ora è necessario rafforzare questo impegno, in particolare sui luoghi di lavoro.


Per questo l’assemblea decide di organizzare una


giornata d’azione e di protesta sui luoghi di lavoro

per il prossimo lunedì 18 dicembre.


Invitiamo quindi le lavoratrici e i lavoratori del settore pubblico e parapubblico ad organizzare, in quella giornata, momenti di azione e mobilitazione sui luoghi di lavoro per rendere pubblica, chiaramente visibile la loro opposizione alle misure previste nell’ambito del Preventivo 2024.


Tra le varie forme di protesta, che ogni luogo di lavoro organizzerà liberamente, suggeriamo:


- pause prolungate per discutere e votare la risoluzione allegata,

- assemblee spontanee del personale;

- esposizione di striscioni all’esterno dei luoghi di lavoro;

- distribuzione di materiale informativo;

- vere e proprie astensioni dal lavoro;

- ecc.


Si tratta insomma di prevedere, insieme alle colleghe e ai colleghi sensibili al tema, una serie di azioni e momenti che possano da voce e visibilità alla protesta del personale.


In particolare questa giornata vuole contestare:


- la mancata compensazione del rincaro;

- il cosiddetto contributo di solidarietà;

- la politica di gestione del personale;

- la diminuzione di sussidi e finanziamenti in ambito sociale.


Ai partecipanti e alle partecipanti a questa assemblea va un ringraziamento e un invito, da parte della tre associazioni citate, a voler coinvolgere fin da subito colleghi e colleghe affinché la protesta del 18/12 tenga alta la pressione.

bottom of page